DTE Toscana | REF-E: Osservatorio usi finali del GNL
15701
post-template-default,single,single-post,postid-15701,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

REF-E: Osservatorio usi finali del GNL

“L’istituto di ricerca di economia dell’energia REF-E ha pubblicato i dati dell’ “Osservatorio usi finali del GNL” aggiornati al 31 agosto 2017, che forniscono la più precisa fotografia dello stato dell’arte della nuova filiera nazionale del GNL di piccola taglia. I dati sono presentati in quadri di sintesi con i risultati del monitoraggio più recente sui “depositi satellite”, connessi agli impianti: stazioni dei servizio per camion e automobili, industrie e reti cittadine alimentate con metano liquido.
I ricercatori di REF-E hanno recensito 41 impianti dotati di depositi criogenici in esercizio, riforniti prevalentemente tramite autocisterne. Il downstream del GNL in Italia è basato infatti sulla diffusione presso le utenze di depositi costituiti da serbatoi con taglie inferiori alle 50t di GNL (116 m3), soglia oltre la quale tali impianti sarebbero soggetti alla normativa in materia rischio industriale (Direttiva Seveso III).
I distributori di GNC, gas naturale compresso per il trasporto automobilistico, sono oggi 9 e i primi 6 sono stati installati tra il 2010 e il 2012. Sono già 12 invece le stazioni servizio che forniscono sia GNL che CNG, mentre il primo fu installato solo nel 2014. Gli impianti al servizio di utenze industriali sono oggi 18; il primo è entrato in esercizio nel 2013, seguito da una rapida crescita fino a 16 utenze nel 2016. Sono solo 2 invece le reti cittadine di distribuzione del gas naturale alimentate da depositi di GNL
Tutti i dati di dettaglio sono disponibili liberamente sulla pagina dell’Osservatorio di  REF-E. Sul sito è inoltre disponibile il secondo numero del Report quadrimestrale di monitoraggio di questo mercato, con le analisi delle principali tendenze e novità normative rilevanti per il settore: i progetti infrastrutturali per il downstream del GNL; i prezzi di Brent, GPL e GNL; la domanda di GNL; i prezzi alla pompa di gasolio e GNL; i prezzi combustibili petroliferi per usi industriali; i prezzi dei combustibili marittimi e del GNL; il Decreto Ministero Trasporti 20/6/2017 sugli incentivi per l’acquisto dei mezzi a GNL.
Completano l’analisi due focus sulla metanizzazione della Sardegna come prevista anche nella SEN (strategia Energetica Nazionale) e i primi interventi dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico in attuazione del Dlgs 257/2016 (DAFI).”

Fonte: pubblicato su www.conferenzagnl.com

Link utili:
www.ref-e.com
www.ref-e.com/it/expertise/osservatorio-gnl (dati Osservatorio GNL usi finali)